C’era una volta l’uomo che riponeva la sua fede nelle parole scritte nei libri. Ora, è Internet. Tutto ciò che è su Internet su Facebook, Twitter o qualsiasi sito di social network o tramite e-mail deve essere vero, giusto? Beh, non necessariamente. Ci sono molte voci e false affermazioni su Internet, ammantate da spiegazioni così ben articolate che è difficile capire che non siano valide. Ci sono anche alcune verità difficili da credere. Ecco alcuni esempi di storie che girano su Internet.

Contenuto estivo

  • Le 10 migliori leggende di Internet:
    • 2) Trovato resti di sirena
    • 3) Chirurgia plastica faccia di cane
    • 4) Il calamaro gigante aumenta il gigantismo radioattivo
    • 6) Droghe da stupro
    • 7) I cookie Oreo creano dipendenza
    • 8) Aghi che diffondono l’HIV
    • 9) Party Mehandi Cone con prodotti chimici
  • 10) I tamponi causano il cancro

Le 10 migliori leggende di Internet:

1) Mettere mi piace/condividere su Facebook aiuta a raccogliere fondi per i meno privilegiati

L’immagine di un bambino malnutrito o di un soldato handicappato, ecc. compare spesso su Facebook, chiedendo un “mi piace” o una “condivisione”, per raccogliere un dollaro per ogni mi piace o condividere per chi ne ha bisogno. Mark Zuckerberg potrebbe essere il secondo donatore più alto al mondo e le ONG potrebbero cercare di legarsi a Facebook e utilizzare il suo possibile pulsante “Dona”, ma i Mi piace e le condivisioni non portano alla raccolta di denaro da inviare alla persona in l’immagine. È possibile avviare pagine e svolgere attività di beneficenza attraverso la piattaforma di Facebook, ma Facebook non raccoglie denaro e i pulsanti Mi piace e Condividi non funzionano in questo modo. Si tratta di una condivisione non autorizzata di immagini di persone in difficoltà da parte di cercatori di “mi piace”, motivati ​​a indirizzare il traffico verso la loro pagina con una bufala.

2) Trovato resti di sirena

Da un lato, c’è l’immagine che afferma che il corpo di una sirena/alieno è stato trovato al largo della costa malese. D’altra parte, c’erano le immagini che suggerivano che lo scheletro delle sirene fosse stato scavato dagli archeologi. Mentre il primo non è altro che una scultura di un artista di nome Juan Cabana, il secondo non è uno scheletro qualsiasi, ma, il risultato della manipolazione digitale, con la serie di Anomalie archeologiche del concorso Worth1000 Photo Effects che è la principale fonte delle immagini. Quindi, gli appassionati di sirene/alieni devono cercare prove migliori in quanto queste sono solo una grande bufala.

3) Chirurgia plastica faccia di cane

A credere alle immagini, un brasiliano è andato sotto i ferri per attaccare il muso di un cane alla sua faccia per diventare il primo uomo-cane. La verità dietro questa bufala è che, l’artista brasiliano, la replica della propria testa di Rodrigo Braga e ha fatto cucire a un veterinario il calco in silicone delle orecchie e della museruola di un cane soppresso.

4) Il calamaro gigante aumenta il gigantismo radioattivo

I cadaveri di calamari giganti che misurano 160 piedi sembrano aver iniziato ad apparire a una velocità furiosa, sollevando l’allarme sul gigantismo radioattivo, e si dice che abbiano avuto origine dalle acque vicino a una centrale nucleare in Giappone. Questo rapporto imperfetto è SATIRICO ed è stato pubblicato nel sito di origine, Lightly Braised Turnip, che pubblica notizie false. Non esiste alcun rapporto locale o nazionale di questo evento, né i nomi coinvolti in questo rapporto imperfetto sono reali.

5) Uova sul parabrezza/Bambini che piangono usati dai criminali sugli automobilisti

Gli allarmi sui crimini sono diventati virali su come le bande criminali lanciano uova sui parabrezza delle auto che diventano bianchi quando vengono puliti o spruzzati con acqua e bloccano la vista del conducente, costringendolo a fermare l’auto e possibilmente a uscire. Questi sono i momenti che i criminali colgono per attaccare l’autista. Un altro avvertimento diceva che i bambini piangenti venivano a chiedere aiuto per costringere gli automobilisti a fermarsi. Eppure, un terzo ha affermato che stanno posizionando seggiolini per auto con bambini finti, con lo stesso motivo. Tuttavia, tutti questi sono un grande HOAX e nessun rapporto è stato trovato, a livello locale o nazionale, in nessuna parte del mondo. Ma non c’è motivo per non stare in guardia.

6) Droghe da stupro

L’avvertimento è stato ripetutamente pubblicizzato sulla crescente prevalenza di un farmaco per lo “stupro da datteri” chiamato Progesterox, uno sterilizzatore per animali, che veniva usato con Rohypnol per accarezzare, sedare e poi violentare una donna al punto che la mattina successiva non ricordava nulla. Si diceva anche che Progesterox si assicurasse che la donna non concepisse a causa dello stupro, e che il seme dell’uomo non potesse essere rintracciato, con l’infertilità permanente, cioè l’incapacità di concepire. Mentre il concetto di stupro da appuntamento è vero e il Rohypnol è molto diffuso, non esiste un farmaco come il Progesterox. Anche i farmaci per lo stupro della data non causano infertilità. Sebbene sia estremamente importante essere cauti, questa voce imperfetta e incompleta non è altro che una bufala urbana, probabilmente intesa a spaventare le donne affinché siano più attente.

7) I cookie Oreo creano dipendenza

I messaggi online e alcune notizie sembrano suggerire che i biscotti al cioccolato preferiti da Oreo creano dipendenza quanto la cocaina. Uno studio condotto al Connecticut College sui ratti ha mostrato che, date le opzioni tra torte di riso e Oreo, passavano tanto tempo sulla ruota per mangiare Oreo quanto quei topi che sceglievano la cocaina, data la possibilità di scegliere tra un’iniezione di soluzione salina e cocaina. Sebbene sia stato scoperto che questi biscotti attivano più neuroni nel centro del piacere del cervello rispetto all’abuso di droghe, questi risultati preliminari non sono sufficienti per dimostrare che gli Oreo creano dipendenza quanto la cocaina, o anche se creano dipendenza. Quindi, il rapporto presenta solo un FATTO PARZIALE. L’affermazione o la deduzione che gli Oreo contengano cocaina è assolutamente falsa.

8) Aghi che diffondono l’HIV

Diverse storie che inducono paura su come gli aghi portatori di HIV vengono posizionati nelle stazioni di servizio in Florida, nei cinema a Dallas, nelle cabine dei telefoni a pagamento in Virginia e storie simili hanno fatto il giro feroce, promuovendo che questo è uno stratagemma vizioso per danneggiare cittadini ignari. Tuttavia, questa non è altro che una bufala, poiché è stato smentito dai dipartimenti di polizia di tutti i luoghi che hanno confermato che nessun caso del genere è stato segnalato. Non c’è alcun motivo per farsi prendere dal panico, né è necessario presumere che le persone si abbasseranno a un livello così basso per essere dannose.

9) Party Mehandi Cone con prodotti chimici

Cominciarono a diffondersi notizie su un cono Mehandi chiamato Party Mehndi Red Cone, che, quando applicato, causava vesciche e infezioni tali che a una donna fu suggerita l’amputazione, mentre un’altra donna morì di una malattia della pelle. Apparentemente, gli avvertimenti contro l’uso di questo cono rosso per i tatuaggi all’henné venivano propagati dall’ospedale universitario di Aagha Khan. Tuttavia, nessuna prova è stata trovata a sostegno dell’autenticità di tali incidenti. Ma l’interesse nei confronti di questi coni probabilmente è cresciuto a causa dei casi di problemi cutanei derivanti dal loro utilizzo. Irritazioni cutanee, dolore, desquamazione, cicatrici, iperpigmentazione, ecc. sono stati segnalati sul forum PakLinks. Questi problemi potrebbero essere la causa a causa della para-fenilendiammina che può portare a sensibilità della pelle e allergie. Quindi, la storia è un misto di bufala e verità.

10) I tamponi causano il cancro

La notizia è stata fatta circolare su come 56 donne muoiono a causa di sostanze chimiche cancerogene presenti in tamponi/assorbenti, ma non è mai stato riscontrato che sia stata segnalata o registrata. Ma la preoccupazione per il loro uso è stata sollevata principalmente a causa della non divulgazione degli ingredienti, che sono generalmente considerati petrolio greggio, plastica e altre sostanze chimiche potenzialmente dannose, come la diossina e il furano, che sono sottoprodotti cancerogeni del cloro- processi di sbiancamento utilizzati per la produzione di prodotti di carta, compresi i prodotti per l’igiene delle donne e persino i pannolini. Ci sono anche altre sostanze forti come OCDD o HxCDF. Inoltre, questi prodotti provocano anche irritazioni cutanee. Quindi, potrebbero esserci problemi di salute associati all’uso di questi prodotti femminili, anche se nulla è stato dimostrato scientificamente e i rischi sono ancora oggetto di ricerca. Così,

È importante essere giudiziosi se credere o meno e diffondere una voce, semplicemente perché è su Internet. Ricorda che potrebbe essere il lavoro di qualche cercatore di attenzione o burlone, o qualcuno con un desiderio contorto di creare panico.