Dopo sei settimane di testimonianza in un processo per diffamazione che ha messo in onda il buono, il brutto e il brutto della precedente relazione tra Johnny Depp e Amber Heard, il caso è ora nelle mani della giuria. Qualunque siano i verdetti della causa da 50 milioni di dollari di Depp e quella da 100 milioni di dollari di Heard, qualcos’altro è vero: il destino delle rispettive carriere sarà deciso dalla corte dell’opinione pubblica, secondo gli addetti ai lavori di Hollywood.

La CNN ha parlato con sei esperti del settore dell’intrattenimento per questa storia, alcuni dei quali hanno parlato in background per proteggere le relazioni professionali.

Che sia giusto o ingiusto, l’ondata di supporto che Depp ha ricevuto sui social media durante il processo, in particolare su TikTok, potrebbe essergli utile andando avanti, ha detto un pubblicitario veterano che conosce Depp da anni.

“Non ero sicuro di cosa aspettarmi prima che prendesse la parola e, se non altro, credo che questo non abbia fatto altro che aiutare la sua immagine pubblica”, ha detto la fonte.

Un altro importante pubblicitario di Hollywood, che non ha lavorato né con Depp né con Heard, ha affermato che nessuna delle loro immagini è andata bene.

“Entrambi sono altamente disfunzionali. Il denaro è tossico e l’avidità distrugge. Nessuno vince qui”, ha detto questo addetto stampa.

Un’industria che perdona

Naturalmente, ci sono ostacoli da superare per entrambi gli attori una volta terminata la loro battaglia legale.

Heard ha testimoniato che Depp era verbalmente e fisicamente offensivo. Ha anche accusato Depp di violenza sessuale durante la loro relazione.

Depp ha affermato più volte sul banco dei testimoni di non aver mai picchiato una donna, ha negato l’accusa di percosse sessuali di Heard e si è definito vittima di abusi domestici da parte di Heard, cosa che lei nega.

Depp e Heard si sono incontrati nel 2009 sul set del loro film “The Rum Diary” e si sono sposati dal 2015 al 2016 prima di divorziare.

Fotografie e registrazioni audio e video dipingevano l’immagine di due persone in una relazione con quello che è stato definito “abuso reciproco” da Laurel Anderson, una psicologa clinica che ha lavorato con Depp e Heard nel 2015 come consulente matrimoniale, in una testimonianza resa 14 aprile. (Per illustrare quanto sia stato controverso questo processo, l’uso del termine stesso da parte del testimone ha suscitato critiche.)

L’agente di intrattenimento Darryl Marshak pensa che gli studi cinematografici potrebbero, almeno inizialmente, essere riluttanti a impegnarsi con gli attori coinvolti in una controversia che si è svolta così pubblicamente.

“Robert Downey Jr. ha vinto un Oscar e poi ha mandato in onda la sua attività personale nel mondo e le persone si sono tirate indietro”, ha detto Marshak, che in precedenza ha rappresentato star come Leonardo DiCaprio e Hilary Swank. “Penso che Hollywood sia un posto strano. Quando ari i tuoi panni sporchi davanti alla macchina, i dirigenti, tutte le persone che fanno muovere le parti, si ritraggono da una fiamma calda”.

Depp afferma che un editoriale del 2018 di Heard in cui si descriveva come “un personaggio pubblico che rappresenta abusi domestici” lo diffamava. Ha recitato in due film dopo l’editoriale, che non lo menzionava per nome, “Aspettando i barbari” e “Minamata”, entrambi film indipendenti.

La Heard, la cui controquerela afferma di essere stata diffamata da un avvocato di Depp che ha definito le sue accuse di abuso una “bufala”, apparirà nel sequel di “Aquaman”, la cui uscita è prevista per il 2023.

Marshak ha detto che crede che il “talento incredibile” di Depp lo aiuterà a tornare sugli schermi cinematografici.

“Anche Hollywood perdona e mentre va avanti e questa cosa smette di andare in onda e Johnny è in grado di tornare fluidamente nel business. Penso che riemergerà di nuovo”, ha detto. “Hollywood è un posto volubile.”

La performance in aula dei team legali per Depp e Heard – un processo in live streaming seguito da milioni di persone – potrebbe anche plasmare la prospettiva del settore sulle due stelle.

“A livello globale, le persone sono apparentemente diventate polarizzate dal processo, abbiamo visto questo svolgersi sulla stampa prima del suo culmine in aula”, ha detto alla CNN Amanda K. Ruisi, fondatrice e presidente di AKR Public Relations e AKR Ventures.

Ruisi ritiene che i rappresentanti di Depp siano stati più efficaci.

“Il team di comunicazione legale e strategica del signor Depp ha svolto un lavoro incredibile nel trasmettere un messaggio coerente in aula e attraverso i media, cosa che credo abbia aiutato a raccogliere il sostegno della sua base di fan”.

Non che i sostenitori di Depp avessero bisogno della spintarella. La bilancia della giustizia sui social media è fortemente inclinata a suo favore, tanto che lo squilibrio ha spinto i titoli a riflettere sul motivo alla base. Uno scrittore di The Cut ha chiesto: “Ecco una donna che racconta, con dettagli angoscianti, come un uomo estremamente famoso avrebbe abusato di lei. Perché, nel 2022, così tante persone sembrano odiarla per questo?”

La sociologa Nicole Bedera ha offerto alcune teorie, sia su Twitter che in un articolo per Harper’s Bazaar, sul motivo per cui sia le donne sopravvissute agli abusi domestici che molte donne al ciclo sembrano sostenere Depp.

“Può essere spaventoso – e per le vittime, traumatizzare nuovamente – per le donne entrare in empatia con una sopravvissuta a un abuso. Se la violenza *è* davvero ovunque e se *sembra* che possa succedere a chiunque, allora molte donne inizieranno a preoccuparsi che saranno i prossimi”, ha scritto. “Quindi è sorprendente che molte donne vengano in difesa di Depp? No. Per niente”.

Heard ha avuto i suoi sostenitori, ma in particolare meno voci di Depp, sia nel mondo dello spettacolo che dentro e intorno al tribunale.

L’ex co-protagonista di Heard, David Krumholtz, è venuto in sua difesa pubblicamente, l’attrice Ellen Barkin ha testimoniato per la sua squadra di difesa e la comica Kathy Griffin ha scritto in risposta a un tweet preliminare di Heard: “Sto pensando a te e ti mando tutto l’amore”.

Per due attori che lavorano, la domanda una volta che il tribunale è stato aggiornato è che i produttori invieranno loro le sceneggiature in modo affidabile come gli spettatori hanno inviato i tweet?

Future in franchising in pericolo?

Il punto cruciale delle cause legali di Heard e Depp sta nelle affermazioni secondo cui le loro carriere – in particolare il loro futuro nei rispettivi franchise cinematografici – sono state influenzate negativamente.

Durante le ultime settimane di testimonianze, il team di Depp ha cercato di dimostrare che Depp, che ha interpretato Jack Sparrow in cinque film, è stato escluso da un potenziale sesto film nella serie “Pirati dei Caraibi” a causa dell’editoriale di Heard.

Jerry Bruckheimer, che ha prodotto i film “Pirati dei Caraibi”, ha detto al Times che “il futuro deve ancora essere deciso” riguardo al coinvolgimento di Depp in una possibile prossima puntata.

Il produttore ha affermato che il team creativo sta “sviluppando due sceneggiature di ‘Pirati'”, una che potrebbe potenzialmente avere Margot Robbie come protagonista e “una senza” Robbie.

L’ultimo film del 2017 è stato “Pirati dei Caraibi: Dead Men Tell No Tales”.

In una deposizione registrata per la corte, l’ex agente di Depp, Christian Carino, che ha iniziato a rappresentare Depp nell’ottobre 2016 e ha anche rappresentato Depp e Heard allo stesso tempo, ha testimoniato di ritenere che le accuse di violenza domestica fatte da Heard contro Depp fossero costate all’attore uno stipendio che sarebbe valso decine di milioni di dollari.

E quando un avvocato di Heard ha insistito su Carino su altri problemi che Depp avrebbe potuto avere mentre lavorava a precedenti film di “Pirati”, li ha respinti.

“Sono consapevole che è in ritardo, ma è stato in ritardo in tutto per tutta la sua vita”, ha detto Carino. “Penso che sia un problema per tutti, ma tutti hanno imparato a produrre un film per affrontarlo”.

Altri testimoni hanno visto il suo comportamento come più dannoso.

Tracey Jacobs, che ha testimoniato in una deposizione registrata e ha rappresentato Depp per 30 anni come suo agente di talento prima di essere licenziata, ha detto come testimone di essere stata onesta con Depp sul fatto che presentarsi in ritardo costantemente ai set e al suo comportamento, incluso l’uso di droghe e alcol, stava danneggiando la sua carriera.

“La sua stella si era attenuata a causa del fatto che diventava sempre più difficile trovargli un lavoro data la reputazione che aveva acquisito a causa del suo ritardo e altre cose”, ha testimoniato Jacobs. “La gente parlava e la domanda era là fuori sul suo comportamento”.

Un regista di Hollywood, che non ha lavorato con Depp ma lo ha incontrato, ha detto che non pensa che Depp dirigerà mai un altro franchise importante.

“Credo che Johnny Depp potrà essere scritturato in vari film indipendenti perché ha ancora un valore di nome significativo e c’è un pubblico per lui, tuttavia gli studios saranno più cauti per motivi assicurativi e per la possibilità di interrompere la protezione e sarebbero più preoccupati per il contraccolpo pubblico rispetto alle società indipendenti più piccole”, ha affermato.

Quando si tratta di Heard, il regista crede che l’attenzione attorno al processo non abbia aiutato la sua immagine.

Attualmente, c’è una petizione per far ritirare Heard dal prossimo sequel di “Aquaman”, che è già stato girato ed è in post-produzione. (CNN e Warner Bros. fanno entrambe parte di Warner Bros. Discovery.)

Probabilmente non accadrà. Ma Walter Hamada, il capo della DC Films, che ha prodotto “Aquaman”, ha testimoniato che il team creativo temeva che Heard riprendesse il suo ruolo nel franchise per la mancanza di chimica con il co-protagonista Jason Momoa.

Ha anche detto che lo studio non ha mai pianificato di interpretare Heard come co-protagonista nel secondo film e che il ruolo di Heard non è stato ridotto nel film in uscita, intitolato “Aquaman and the Lost Kingdom”.

Qualunque sia la decisione presa dalla giuria, Juda Engelmayer, fondatrice di Herald PR, che ha rappresentato celebrità come il produttore caduto in disgrazia Harvey Weinstein, ha detto alla CNN che il tempo di Depp in tribunale – che includeva momenti bizzarri e memebili che coinvolgono scarabocchi e gelatine – ha rafforzato sua immagine.

“La sua testimonianza, vera o falsa, ha causato una rinascita di fan a cui è mancato”, ha detto. “Per la sua reputazione e carriera, gli studios vedono che ha ancora una base di fan”, ha detto.

Per quanto riguarda Heard, la cui carriera era meno consolidata di quella di Depp quando sono iniziate la loro relazione e le accuse preoccupanti, è più difficile da dire, secondo le fonti.

Quasi un decennio fa, prima che il dramma con Depp venisse alla luce, Heard disse a Vanity Fair che era pronta per gli alti e bassi di una carriera di attrice.

“Pensi che l’avresti perseguito se avessi saputo che sarebbe stato così tanto un circo?” Heard è stato chiesto in un’intervista del 2013.

“Assolutamente,” ha risposto Heard. “Amo molto la lotta in cui sei costantemente… sei costantemente messo in uno stato di lotta o fuga. È una lotta costante. Quindi non so se potrei farcela in altro modo.”