Il Triangolo delle Bermuda, noto anche come Triangolo del Diavolo, ossessiona e cattura l’immaginazione delle persone sin dal 1800. La regione è vagamente definita come situata nella parte occidentale dell’Oceano Atlantico settentrionale, dove numerosi aerei e navi sono scomparsi senza alcun segno in circostanze misteriose. Ecco i primi 10 misteri che circondano o sono collegati al Triangolo. I dieci misteri più terrificanti del Triangolo delle Bermuda sono…

Contenuto estivo

  • 10- Volo 19
  • 9- Carroll A. Deering
  • 8- L’Ellen Austin
  • 7- Stregoneria
  • 6- SS El Faro
  • 5- Douglas DC- 3
  • 4- Trislander
  • 3- Volo 441
  • 2- La tigre stellare della BSAA
  • 1- USS Ciclope

10- Volo 19

La terrificante storia del volo 19 è ancora il caso più inquietante della storia che circonda il triangolo delle Bermuda. Nel dicembre 1945, un gruppo di cinque lanciasiluri Avenger della US Navy, noti collettivamente come Volo 19, decollò dalla Florida per una sessione di addestramento solo per affrontare il malfunzionamento della bussola e fornire letture irregolari. Ha contattato la base per chiedere aiuto. Più cercavano terra, più si spingevano nell’oceano. Le ultime parole del capitano furono ascoltate mentre preparava il suo equipaggio per uno sbarco oceanico a causa del loro esaurimento del carburante. Tutti i quattordici aviatori del volo sono andati perduti, così come i tredici membri dell’equipaggio di un idroscivolante successivamente varato alla ricerca del Fight 19. Nonostante le massicce ricerche oceaniche e terrestri, non sono mai stati trovati corpi o relitti.

9- Carroll A. Deering

La Deering era una goletta commerciale a cinque alberi e la storia marittima più scritta al mondo. Deering salpò dalla Virginia verso Rio de Janeiro nell’agosto 1920 per caricare carbone. Giunse a destinazione indenne nel settembre dello stesso anno. Tuttavia il viaggio di ritorno si rivelò fatale quando la goletta fu persa e in seguito trovata incagliata vicino alla Carolina del Nord, nel gennaio 1921. Quando i soccorritori salirono a bordo, scoprirono che non era altro che una nave fantasma. Il giornale di bordo, l’equipaggio e le apparecchiature di navigazione erano spariti. Anche le due scialuppe di salvataggio sono state prese. Nonostante le ampie indagini da parte del governo degli Stati Uniti, non è stato possibile ottenere risultati ufficiali sul destino dell’equipaggio e sulla causa dell’incidente.

8- L’Ellen Austin

La Ellen Austin era una goletta americana in servizio tra Londra e New York nella zona del Triangolo delle Bermuda. Non preoccuparti, non le è successo niente! Nel 1881, durante uno dei suoi viaggi di routine, la nave attraversò un’altra nave che navigava a buona velocità. Quando il suo equipaggio si imbarcò per salvare questa massa galleggiante senza nome, con loro grande sorpresa, non c’era nemmeno un’anima sulla nave. Il Capitano decise di salpare per New York insieme alla propria nave. Le due navi alzarono le vele senza intoppi fino a quando un’enorme tempesta di mare non le separò. La nave senza nome non fu mai più vista. Nel 1944, un ufficiale della marina britannica in pensione scrisse di essere stato ritrovato di nuovo da Ellen Austin, che navigava in modo irregolare e nessuno a bordo. È scomparso di nuovo senza lasciare alcun indizio dietro. Che la sua scrittura sia vera o meno, il mistero della nave fantasma non è mai stato risolto.

7- Stregoneria

Witchcraft era un cabinato di 23 piedi navigato da Daniel S. Burack da Miami insieme a un passeggero nel dicembre 1967. Pensavano di poter vedere le luci di Natale lontano dalla riva quando Daniel chiamò la guardia costiera di Miami intorno alle 21:00 per riferiscono che aveva colpito qualcosa dal basso e aveva bisogno di un rimorchio. La nave di assistenza ha raggiunto la destinazione di Daniel in 19 minuti ma non c’era traccia dello yacht, né lui né detriti. Nei sei giorni successivi, sono stati cercati un indizio per 39.000 chilometri di oceano, ma non è stato mai trovato nulla. Si crede anche che la Stregoneria sia caduta preda delle strane forze del Triangolo delle Bermuda.

Guarda anche; 10 teorie del complotto più durature.

6- SS El Faro

La SS El Faro era una nave mercantile lunga 790 piedi. Il suo percorso è stato tracciato proprio nel mezzo del Triangolo delle Bermuda. È partito per il suo sfortunato viaggio nel settembre 2015 dalla Florida a Porto Rico trasportando un equipaggio totale di 33 persone comprese le donne. È stata segnalata una tempesta tropicale ma era a centinaia di miglia di distanza ed era facilmente negoziabile da tali navi. La rotta tracciata verso la nave avrebbe successivamente liberato la nave dalle tempeste, quindi non c’era nulla di cui preoccuparsi fino a quando madre natura non si è scatenata trasformando la tempesta tropicale in un uragano di categoria 3 con onde alte 40 piedi.

L’ultima comunicazione ricevuta dal capitano è stata che il motore è guasto, non c’è corrente, la nave è inclinata su un lato e stanno prendendo l’acqua – ha detto però che l’equipaggio è riuscito a contenere l’allagamento e tutto era sotto controllo. Dopo il messaggio, le comunicazioni sono diventate mute, come per sempre. Poche settimane dopo, El Faro è stato trovato seduto in posizione eretta sul fondo del mare nel buio pesto alla profondità di 15000 piedi. Il fondale era cosparso di detriti ma non è stata trovata nemmeno una traccia dell’equipaggio.

5- Douglas DC- 3

Douglas Dakota o DC-3 è stato uno degli aerei più affidabili mai progettati. Il volo di Douglas Dakota decollò nel dicembre 1948 da Porto Rico diretto a Miami. Il tempo era normale, mancavano solo venti minuti prima di raggiungere la destinazione. Tuttavia, l’aereo è scomparso nell’area del Triangolo delle Bermuda insieme a 28 passeggeri e 3 membri dell’equipaggio a bordo.

Nonostante le acque che circondano il luogo fossero cristalline, non sono stati trovati detriti o una sola traccia dell’aereo. Qualunque cosa sia successa al volo, è avvenuta molto velocemente senza lasciare alcun indizio dietro!

4- Trislander

Prima della scomparsa della SS El Faro, il trimotore Trislander è considerato l’ultima vittima del Triangolo delle Bermuda. Nel dicembre 2008 Trislander è decollato da Santiago per New York con 12 passeggeri a bordo ma non è mai arrivato a destinazione. Appena 35 minuti dopo il decollo, l’aereo è svanito in aria scomparendo dal radar. Nonostante le massicce operazioni di ricerca da parte della Guardia Costiera degli Stati Uniti, nessuno sa cosa sia successo al volo e al suo equipaggio.

3- Volo 441

Il volo 441 era un gigantesco vettore di proprietà della US Navy. Il 30 ottobre 1954, mentre trasportava 42 passeggeri, inclusi i Navy Seals e le loro famiglie, il volo svanì semplicemente raggiungendo la regione del Triangolo delle Bermuda. Simile a molti altri incidenti, inizialmente c’era una comunicazione regolare, ma in seguito tutto tacque. Il volo aveva zattere di salvataggio che sarebbero galleggiate se l’aereo si fosse mai schiantato. Stranamente, il pilota non ha mai nemmeno inviato una chiamata SOS. Né i corpi né i detriti sono stati mai trovati né alcuna indagine successiva ha indicato informazioni sull’improvvisa e inspiegabile scomparsa dell’aereo.

Guarda anche; I 10 misteri dell’aviazione inquietanti.

2- La tigre stellare della BSAA

La scomparsa di questo aereo nel gennaio 1948 insieme a 25 passeggeri e sei membri dell’equipaggio è simile a quella del volo 441. L’aereo della British South American Airways era diretto alle Bermuda da Santa Maria ma scomparve da qualche parte nell’Atlantico. L’operatore del volo ha richiesto e ricevuto la posizione dell’aereo alle 3:00 dall’operatore radiofonico delle Bermuda. Quando è stato contattato di nuovo intorno alle 3:50, lo Star Tiger non ha ricevuto risposta. Non ci sono state chiamate di soccorso. Nessuno sa cosa sia successo in quell’aereo oa quell’aereo in quei cinquanta minuti. L’aereo era semplicemente svanito senza uno straccio di detriti. Le persone scomparse non si sono più sentite.

Guarda anche; 10 incidenti aerei più mortali di tutti i tempi.

1- USS Ciclope

La USS Cyclops era una massiccia miniera di carbone costruita per la marina statunitense prima della prima guerra mondiale. Nel febbraio 1918, la nave lasciò il Brasile diretta a Baltimora piena di carico. Non è mai arrivato. Aveva 309 persone a bordo! Dopo la scomparsa, è iniziata una massiccia ricerca lungo l’intero percorso nella speranza di una sorta di traccia. È stato anche ipotizzato che un predone tedesco o un sottomarino lo avesse dirottato o affondato mentre era in tempo di guerra, ma la Germania ha negato di esserne a conoscenza. Il Naval History and Heritage Command presumeva che la nave fosse stata colpita da una tempesta inaspettata, ma cosa sia successo veramente alla USS Cyclops è un mistero poiché era, e rimane fino ad oggi, la più grande perdita umana in una nave non da combattimento nella storia navale degli Stati Uniti .