Anche in un paese libero con tutte le libertà che un cittadino comune può sperare di avere, ci sono luoghi che per qualche motivo sono vietati al pubblico ordinario. Questi luoghi sono altamente protetti e possono metterti nei guai se mai decidessi di entrare. Dai un’occhiata ai 10 luoghi vietati al pubblico ordinario:

Contenuto estivo

  • 10. Svalbard Global Seed Vault, Norvegia
  • 9. Metro-2, Russia
  • 8. Il Museo dell’Educazione alla Sicurezza Nazionale di Jiangsu, Cina
  • 7. Mount Weather Emergency Operation Center, USA
  • 6. Grande Santuario di Ise, Giappone
  • 5. Poveglia, Italia
  • 4. Archivio Segreto Vaticano, Città del Vaticano
  • 3. Grotte di Lascaux, Francia
  • 2. Isola dei serpenti, Brasile
  • 1. Il popolo sentinelese, isola delle Andamane

10. Svalbard Global Seed Vault, Norvegia

Nella posizione numero 10 dei luoghi vietati al pubblico comune c’è la Svalbard Global Seed Vault. È una banca di semi sicura situata nella remota isola norvegese di Spitsbergen. Il conservazionista Cary Fowler e il Gruppo consultivo sulla ricerca agricola internazionale (CGIAR) hanno costruito insieme questa banca per preservare i semi in occasione di una crisi globale. Tutto ebbe inizio nel 1984, quando i semi congelati venivano immagazzinati in una miniera di carbone abbandonata. Nel corso dell’anno si sono accumulate 300 diverse specie di semi nel luogo. La costruzione del caveau è stata finanziata dal governo norvegese. Ora è gestito dagli sforzi congiunti del governo norvegese, del Nordic Genetic Resource Center (NordGen) e del Global Crop Diversity Trust (GCDT).

9. Metro-2, Russia

Nella posizione numero 9 di 10 posti vietati al pubblico comune c’è la Metro-2. È una metropolitana segreta situata a Mosca. Con il nome in codice D-6, il sistema sarebbe stato costruito e funzionante durante il periodo di Joseph Stalin. Si ritiene che corra parallela alla metropolitana pubblica di Mosca, ma la sua lunghezza supera quella della metropolitana pubblica. Secondo indiscrezioni la metropolitana si collega a tutti i luoghi importanti del governo. Sebbene diverse persone abbiano suggerito la sua esistenza, nessuno ha detto con certezza che sia lì. I tentativi di cercarlo non sono consentiti, tuttavia nel 2004 un gruppo di esploratori urbani ha affermato di aver trovato il suo ingresso.

8. Il Museo dell’Educazione alla Sicurezza Nazionale di Jiangsu, Cina

Nella posizione numero 8 di 10 luoghi vietati al pubblico comune si trova il Museo dell’educazione alla sicurezza nazionale dello Jiangsu. È un museo di spionaggio situato nella città orientale degli stati di Nanchino. È vietato a tutti coloro che non sono cittadini cinesi. Da pistole mascherate da rossetto a mappe mascherate da mazzo di carte, c’è una serie di oggetti intriganti in quel museo tra cui attrezzature di sicurezza cinesi risalenti al 1927. Chi non sembra cinese viene allontanato dalla porta.

7. Mount Weather Emergency Operation Center, USA

Conosciuta anche come High Point Special Facility (HPSF), la struttura è realizzata per proteggere le persone più importanti del paese in caso di un disastro improvviso come un attacco nucleare o qualcosa del genere. Naturalmente il luogo è dotato del più alto livello di sicurezza e standard di condizioni di vita. Secondo il Washington Post, dopo gli attacchi dell’11 settembre molti leader furono evacuati a Mount Weather. Il successo del programma dipende in gran parte da quanto in anticipo viene ricevuto l’avviso dell’attacco. Avere quest’aria misteriosa intorno a un luogo ha catturato l’immaginazione di molte persone. Mount Weather è stato ampiamente rappresentato in romanzi, serie televisive ecc.

6. Grande Santuario di Ise, Giappone

Al numero 6 della posizione di 10 posti interdetti al pubblico c’è il Grande Santuario di Ise. Situato nella città di Ise, c’è un santuario così sacro che le persone non possono entrare per pregare. Il Santuario di Ise in realtà è costituito da oltre 123 santuari shintoisti. Il santuario è curato da un sommo sacerdote o sacerdotessa che proviene dalla famiglia imperiale giapponese. Ritenuto fondato nel 4 a.C., il Santuario di Ise è uno dei siti più sacri e importanti dello Shintoismo. Il santuario è letteralmente nascosto dietro le recinzioni e chiunque stia fuori può vedere solo i tetti di paglia delle strutture centrali.

5. Poveglia, Italia

È una piccola isola situata nel nord Italia tra Venezia e il Lido. L’isola è stata a lungo abitata da persone e quindi ha una lunga storia di sofferenza umana. Tuttavia intorno al 1379, temendo un attacco, i Ponegliani lasciarono il luogo e l’isola rimase praticamente disabitata per secoli. Intorno al 1776 sull’isola furono costruiti porti come punto di controllo per le navi e dal 1793 navi infette da pestilenze furono attraccate in quel porto mentre nell’isola si curavano i malati. Nel 20° secolo l’isola è stata trasformata in un manicomio per malati di mente ma anni dopo è stata completamente abbandonata. A causa di una serie di morti, si dice che l’isola sia infestata dai fantasmi e tenuta off-limits per i cittadini.

4. Archivio Segreto Vaticano, Città del Vaticano

Al numero 4 della posizione di 10 posti interdetti al pubblico comune c’è l’Archivio Segreto Vaticano. Situato nella Città del Vaticano, si dice che l’Archivio Segreto Vaticano contenga alcuni dei segreti più oscuri del mondo. Negli anni si sono accumulati nell’Archivio la corrispondenza, i libri contabili pontifici, le carte di stato e molti altri documenti di valore. Pochissime persone hanno accesso al luogo che è praticamente di proprietà del Papa. In occasione della sua morte o dimissioni, la proprietà passa al successivo successore. Solo dal 1881 pochi ricercatori possono entrare ogni anno per esaminare i vecchi documenti. Nel 2012 è stata organizzata una mostra con 100 documenti originali datati dall’VIII al XX secolo.

3. Grotte di Lascaux, Francia

Le grotte di Lascaux sono famose per le pitture rupestri del Paleolitico. Stimati in 17.300 anni, fanno parte dell’arte del Paleolitico superiore. Le grotte furono scoperte nel 1940 da un ragazzo di 18 anni di nome Marcel Ravidat. Il dipinto raffigura principalmente grandi animali i cui fossili sono stati trovati nella zona. Le grotte non erano sempre vietate al pubblico. Nel 1955 è stato aperto agli estranei, ma le contaminazioni ne hanno causato la chiusura nel 1963. Oggi elencate tra i patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, le grotte di Lascaux stanno affrontando molti problemi a causa delle crescite microbiche e fungine incontrollabili.

2. Isola dei serpenti, Brasile

Nella posizione numero 2 di 10 posti vietati al pubblico comune c’è l’isola dei serpenti. Originariamente conosciuta come Ilha da Queimada Grande, l’isola si trova al largo della costa dello stato di San Paolo. È la dimora di uno dei serpenti più letali del pianeta, la Golden Lancehead Viper o Bothrops. L’esistenza delle vipere era a rischio ed era l’unica specie di serpente dell’isola. Pertanto l’isola è stata resa off-limit ai cittadini comuni. Solo scienziati e ricercatori possono entrare nell’area. Nel 1909 fu costruito un faro e per molto tempo il guardiano del faro fu l’unico abitante dell’isola. Nel 2015 un documentario su Discovery Channel ha affermato che attualmente la popolazione è stabile con circa 4000 vipere dorate che vivono sull’isola.

1. Il popolo sentinelese, isola delle Andamane

Situato in una piccola isola nel Golfo del Bengala, c’è un gruppo di indigeni, l’ultima tribù isolata conosciuta. Secondo quanto riferito, i Sentinelesi hanno vissuto su quell’isola per oltre 60.000 anni resistendo a qualsiasi approccio dal mondo esterno. Ripetutamente i ricercatori hanno cercato di stabilire un contatto con questa tribù, ma hanno reagito con pura violenza. Con una popolazione compresa tra 50 e 400, nel 2006 hanno ucciso 2 pescatori che avevano perso la strada e sono sbarcati sull’isola. Durante lo tsunami del 2004, i dati di osservazione hanno rivelato che il gruppo si era spostato su un’altura prima del disastro, come se sapesse cosa sarebbe successo. L’agricoltura è a loro sconosciuta, sono in gran parte cacciatori-raccoglitori.