Leggere i Tarocchi è una cosa meravigliosa ma chi si avvicina a questo mondo spesso si trova nel caos della moltitudine di notizie, informazioni, scuole di pensiero e tradizioni. Non abbiate paura, è normale, perché i Tarocchi sono molto antichi e negli anni molte persone li hanno studiati e utilizzati, creando le loro teorie e tramandando tradizioni. Conoscere i significati delle carte dei tarocchi ti permetterà di avere sempre con te una guida preziosa, che ti accompagna e ti consiglia in tutte le tue scelte e decisioni.

Le carte dei tarocchi e la loro arte appaiono davvero incomprensibili ai più, tuttavia, questa forma d’arte consiste nella naturale capacità di cogliere lo spirito e il significato proprio delle immagini che rappresentano, comporta una forte dose di sensibilità che permette di cogliere le informazioni che emergono e poi esprimerli a parole. Lo sforzo richiesto non ha nulla a che vedere con la memorizzazione delle immagini dei tarocchi, ma con l’effettiva identificazione dei significati delle carte, prese singolarmente o associate ad altre più influenti.

Leggi di seguito come leggere le carte dei tarocchi e fatti importanti al riguardo. Questo ti renderà interessato ai tarocchi e alla lettura del futuro.

Sommario

  • Come iniziare e imparare a leggere i tarocchi
  • Come organizzare le carte
  • Le Tecniche
  • Significato delle carte
  • Metodi per leggere le carte dei tarocchi

Come iniziare e imparare a leggere i tarocchi

La cartomanzia, e più in particolare la lettura dei Tarocchi, è una pratica molto complessa che può richiedere anche molta esperienza per poter interpretare correttamente ciò che le carte ci raccontano del nostro futuro e di quello delle persone con cui entriamo in contatto. Possono volerci mesi, se non anni, per imparare l’arte della cartomanzia, soprattutto se vogliamo fare di questa strada la nostra professione, offrendo così servizi agli altri; molte persone però vogliono imparare a leggere i tarocchi per conoscere se stessi e le persone che sono in contatto diretto con loro, e in questa guida indicheremo alcune nozioni di base che riteniamo utili per iniziare ad avvicinarsi alla lettura dei Tarocchi.

Il mazzo come estensione di se stessi

Il primo concetto fondamentale è che il proprio mazzo di Tarocchi non va visto come un semplice set di carte da gioco, ma come un’estensione di se stessi, una “mano in più” che abbiamo a nostra disposizione. Quindi è importante ricordare che il nostro mazzo di Tarocchi non è di un’altra persona e non lo sarà mai. Per questo una delle prime cose da fare è iniziare ad usare il mazzo che abbiamo, mescolarlo e interpretarlo come vedremo tra poco, oltre che per imparare, questa pratica è utile per infondere le carte con la nostra energia, che sarà essenziale per cogliere le energie magiche che i tarocchi si limitano a canalizzare e mostrare con figure comprensibili.

Acquistare il mazzo di carte giusto

Se non hai ancora le carte, la prima cosa che devi fare è ottenerne una subito. Ci sono molti posti dove puoi acquistarlo, anche se ti consigliamo di farlo attraverso negozi online sicuri e affidabili come Amazon. Questo perché all’interno puoi trovare mazzi di qualità e specifici per ogni utilizzo. Infatti, puoi trovare set di Tarocchi realizzati appositamente per i principianti, dove all’interno puoi trovare carte più belle e facili da consultare, con una spiegazione di ogni rappresentazione.

Ovviamente, se si vuole un prodotto più evoluto e professionale, ci sono i tarocchi marsigliesi, e anche i visconti sforza, molto belli e difficili da trovare. Per chi ama qualcosa di un po’ più ricercato, su Amazon trovi anche i Rider Waite Tarot, ampiamente utilizzati nel mondo anglosassone, e tutt’ora un punto di riferimento per chi vuole conoscere bene il mondo della cartomanzia.

Infine, per chi desidera un mazzo più personale, diverso da quelli più comuni e popolari, è possibile trovare carte da collezione. Vere e proprie rappresentazioni dei bellissimi tarocchi, in stile gotico e molto più esoterico, per dare un vero tocco di mistero e magia alla vostra lettura.

La preparazione del Deck

Per iniziare ad utilizzare la tecnica divinatoria dei tarocchi in modo proficuo, l’aspirante indovino deve, prima di tutto, scegliere il mazzo di carte con cura e attenzione e poi curare la sua corretta preparazione. Per preparazione del mazzo si intende quell’insieme di procedure che consentono la Consacrazione del mazzo, e che indicano le regole fondamentali da seguire, sia nell’atto di Mescolare tra loro gli Arcani, sia nella loro Disposizione sul piano di lettura. Tutto ciò deve essere sempre svolto con cura, precisione e massima concentrazione sulla base delle procedure sopra descritte.

La consacrazione del mazzo di tarocchi

La consacrazione del mazzo di tarocchi permette di creare un forte legame tra l’individuo e le sue carte, eliminando ogni influenza negativa dal mondo esterno. Una volta consacrato, il mazzo apparterrà solo al soggetto consacrante, così come il soggetto apparterrà al suo mazzo. Solo questa combinazione perfetta consentirà risposte affidabili e precise.

Sarà anche bene, ciclicamente e regolarmente, ripetere il cerimoniale di consacrazione, per evitare che i sempre numerosi influssi negativi del mondo esterno possano indebolire nel tempo la comunione creatasi tra tarocco e individuo. Le tecniche di consacrazione sono varie e ogni indovino rivendicherà la propria come la migliore. In realtà, possiamo dire che ogni metodo è efficace solo se dettato dalla sensibilità del singolo.

Ti descriveremo quindi uno dei tanti cerimoniali di consacrazione, cioè quello che preferiamo, invitandoti al tempo stesso ad ascoltare la tua parte più intima e profonda nel corso del tuo percorso di crescita per cercare la procedura (o il cerimoniale ) per te più adatto. Non pensare che ogni mazzo di tarocchi sia uguale e ugualmente efficace nelle tue mani: nella scelta del mazzo, quindi, cerca di affidarti esclusivamente alla tua sensibilità e al tuo istinto. Non fermarti al primo incontro e soprattutto non perderti nella bellezza, ricchezza e singolarità delle diverse rappresentazioni (per facilitare l’esclusione di questi elementi fuorvianti, affidati al contatto delle mani tenendo gli occhi chiusi).

Quindi procurati gli altri oggetti necessari per completare la cerimonia: 2 bracieri pieni di incenso in grani, sale grosso, 4 candele, un compasso, acqua santa, un panno di seta bianca, e un tavolo che dovrai scegliere con molta cura, come tu lo userà. successivamente, esclusivamente come piano di lettura per le tue carte dei tarocchi.

La cerimonia dovrà svolgersi in serata (dalle 18 alle 24, facendo attenzione a non superare la mezzanotte) caratterizzata da una falce di luna. Prima di procedere alla consacrazione vera e propria è necessario prepararsi, purificarsi con una pulizia approfondita (è preferibile fare un bagno che favorisca un momento di concentrazione, consentendo anche la purificazione interiore) e vestirsi con abiti preferibilmente di colori chiari, evitando indossare qualsiasi ornamento metallico (orologi, anelli, collane ecc.).

Posiziona il mazzo di tarocchi a faccia in giù al centro del tavolo; disporre quindi sul pavimento, i 4 ceri, posizionandoli in corrispondenza dei punti cardinali, e i due incensieri, uno sul tavolo e uno sul pavimento, in modo da descrivere una retta che unisce le carte al cero posto a il Nord. Infine, posiziona sul tavolo accanto a quella che sarà la tua postazione il contenitore con l’acqua santa e il panno di seta bianca.

La prima parte del cerimoniale consiste nella rappresentazione simbolica, attraverso il mazzo, delle fasi iniziali e finali del percorso iniziatico: spargere il mazzo sul piano di lettura (mantenendo con le mani una rotazione in senso orario, in modo da creare grande caos) e poi rimontalo (rappresentando così l’ordine naturale).

Al calare della luna, alle prime luci dell’alba, il tuo mazzo sarà pronto. Ricordarsi di riporlo sempre nel panno di seta alla fine di ogni utilizzo. La consacrazione del mazzo permette, come detto, di creare un forte legame tra l’individuo e le sue carte.

Impara il significato delle carte

Inoltre, per interpretare le carte, è fondamentale prima conoscerle. Conoscere la distinzione tra gli Arcani e il significato di ogni singola carta è la base per iniziare a interpretarli insieme e per comprenderne i significati più profondi. Se le informazioni sulle singole carte sono facili da trovare, più complesso è saper interpretare le combinazioni.

Chi ha la fortuna di potersi rivolgere ad esperti indovini, che vuole mettere a disposizione le proprie conoscenze, ha un vantaggio in questo senso, ma in alternativa è possibile leggere i nostri approfondimenti che spiegano tutti i significati degli Arcani Maggiori e Minori . In questo modo, lo studio e la pratica continui e regolari possono guidarci fino a quando non saremo in grado di procedere da soli.

Le prime interpretazioni

Una volta che abbiamo infuso la nostra energia nei Tarocchi e appreso il significato delle singole carte, possiamo procedere cercando di verificare se le nostre interpretazioni corrispondono effettivamente alla realtà.

Un buon modo per iniziare è utilizzare prima una singola carta per rispondere a una domanda sulla nostra giornata. Al mattino, peschiamo una singola carta e la interpretiamo, quindi scriviamo la nostra interpretazione. La sera, riconsideriamo il corso della nostra giornata, e verifichiamo che l’interpretazione della carta sia stata corretta.

Proseguendo in questo modo per diverse settimane, potremo iniziare a interpretare più di una carta alla volta, e man mano che andremo ad aggiungere gli Arcani Minori agli Arcani Maggiori, in modo da avere un quadro sempre più chiaro di quello che sarà il futuro. tiene.

In questo modo continueremo ad imparare, ma non solo: saranno le nostre stesse interpretazioni a farci capire quando abbiamo interpretato bene e quando abbiamo sbagliato, permettendoci di affinare sempre di più la nostra tecnica.

Non “forzare le carte”

Uno degli errori più classici dei principianti è quello della tendenza a “forzare le carte”, ripetendo più volte la stessa domanda per ottenere il risultato sperato.

Dobbiamo sempre ricordare che le carte ci permettono di interpretare gli eventi ma non li condizionano; ripetere più volte la stessa domanda significa non incanalare le energie magiche che vengono trasferite sulle carte, ma piuttosto incanalare la nostra energia, la rabbia, che porterà a risposte diverse da quelle che mostrano la realtà, e di conseguenza a interpretazioni che sicuramente saranno sbagliate.

Limitiamoci, nei primi periodi, ad osservare e cercare di capire cosa vogliono dirci le carte. E se tutto è ancora troppo complicato, continuiamo a studiare e interpretare: solo l’impegno e il modo corretto di accostarsi ai Tarocchi ci permetterà di utilizzarli al meglio.

Come organizzare le carte

Indipendentemente dallo spread dei Tarocchi scelto, 3-Card, Celtic Cross, ecc. la cosa fondamentale è che le carte siano sempre disposte da sinistra a destra, solitamente orizzontalmente. Se ci pensi, si dice che legga i Tarocchi e proprio come un libro si legge da sinistra a destra. Durante una lettura dal vivo c’è chi, dopo aver mischiato le carte, fa alzare le carte al Consulente e chi invece preferisce non far toccare i propri tarocchi, stanno bene entrambi, la scelta sta a te.

Ad ogni modo, al termine di ogni divinazione è bene fare una purificazione dei Tarocchi, anche se solo lieve. Se, invece, effettui le Letture dei Tarocchi online, ovviamente non puoi lasciare che il Consulente tocchi le tue carte, in questo caso puoi iniziare a mischiare e chiedergli di dirti basta. Questi sono modi, per chi legge a distanza per creare un collegamento, un contatto con il Consulente, sono utili soprattutto per chi è alle prime armi e non sa fare i Tarocchi, con il tempo e la pratica tutto verrà più spontaneamente .

Le Tecniche

Le tecniche di lettura dei Tarocchi ei metodi di lettura, detti Stese, sono infiniti, ce ne sono molti tra cui scegliere e più diventi bravo, più anche tu imparerai a creare le bozze dei Tarocchi. Per chi è alle prime armi e vuole capire come leggere i Tarocchi è bene sapere che tra i metodi più diffusi ci sono:

●Il metodo delle 3 carte (comunemente chiamato Passato-Presente-Futuro)

●il metodo della croce celtica da 10 carte

Soprattutto all’inizio molti lettori di Tarocchi usano solo gli Arcani Maggiori e va bene poi nel tempo se sentite la necessità di “condire” le vostre letture con i dettagli allora potete includere anche gli Arcani Minori, vedrete le vostre letture arricchirsi molto. Infatti, mentre gli Arcani Maggiori rappresentano gli Archetipi del Viaggio Cosmico dell’Uomo, gli Arcani Minori specificano quelli maggiori, indicando persone, particelle, ombre, ecc.

Significato delle carte

Chiunque ne senta il desiderio o l’attitudine o il piacere può iniziare ad avvicinarsi ai tarocchi seguendo delle regole o metodi che dovrebbero essere sempre presi in considerazione e mai trascurati. Innanzitutto è sempre opportuno partire dalla fisicità o dalla manualità di queste importanti carte. Antichi manuali suggerivano di lasciare il mazzo esposto al chiaro di luna per 9 giorni di luna nuova, tuttavia si ritiene che il contatto con le carte, quotidiano e costante, toccandole, anziché accarezzarle leggermente, sia sufficiente, senza il preciso scopo di leggere, ma per il piacere di farlo, anche se solo delineandone i bordi.

Gli arcani maggiori

Gli arcani maggiori sono 22 carte, con rappresentazioni molto precise ed in linea di massima è bene sapere che possono essere utilizzate da sole in alcuni modi di lettura e non sono da vedere come una sorta di fredda codificazione della loro simbologia. Li elencheremo singolarmente per dare un’indicazione del loro significato fondamentale, sia nel caso del suo turno al dritto, sia al rovescio.

Arcano 1 Il mago

Il suo significato girarlo a destra è legato alla sua posizione di partenza, di principio; indica volontà, attività, iniziativa, creazione, alta fiducia in se stessi, audacia per le imprese difficili, è generalmente una carta molto favorevole e per una donna può rappresentare anche l’inizio di una relazione. Se capovolta si ha una diversificazione di senso, si parla infatti di difficoltà ad affermare, professionalmente, mancanza o grave assenza di sicurezza e fiducia in se stessi, in generale incapacità decisionale di affrontare la vita.

Arcano 2 Il Papa

Considerando questa carta girata a destra rappresenta la fecondità, la madre, la donna e la sposa, la vita interiore e la saggezza, nonché la divinazione e tutti i suoi metodi; se fosse voltato al contrario, assumerebbe connotati di superficialità, avversità generiche causate da forze negative, presunzione e marcata ignoranza, ma anche amore appassionato.

Arcano 3 L’imperatrice

La tessera straight ha un bellissimo significato intrinseco, parla infatti di intelligenza e grande creatività, dignità e maternità oltre che di benessere puramente materiale, azione e se si riferisce ad una donna, persona dotata di grande senso pratico e decisione. Girata invece diventa la carta che richiama un nemico, la sterilità, l’ignoranza e la prepotenza, l’autoritarismo sui bambini e in generale il disaccordo, la disarmonia.

Arcano 4 L’imperatore

Un tarocco che esprime sicurezza terrena, autorità, ricchezza e potere, può rappresentare la figura paterna e coniugale, la generosità, la giovialità e le acquisizioni materiali, il tutto nella sua lettura del diritto; al contrario, d’altra parte, si parla di tirannia, mascolinità brutale, ristrettezza mentale, indecisione e persino debolezza fisica e psichica.

Arcano 5 Il Papa

Una carta che simboleggia ritualità e comprensione, saggezza e lealtà, il padre, l’uomo di cultura e saggezza, bontà e aiuto che viene dall’invisibile; il suo opposto o meglio la carta del Papa capovolta rappresenta la fragilità, il bigottismo, il disimpegno e l’ostinazione nel perseverare con le antiche tradizioni, senza adattarsi all’evoluzione della vita.

Arcano 6 L’amante

Il suo significato divinatorio alla legge è ben chiarito parlando di amore per tutto ciò che è bello, ottimismo, innamoramento e generosità verso l’altro, in breve include scelte in campo affettivo con un significato positivo; al contrario troviamo significati come la rottura di un amore, l’aridità o la presenza di un amore non corrisposto fino alla depressione o all’instabilità.

Arcano 7 Il carro

È la carta del viaggio per eccellenza, del trionfo, del successo totale in tutti i settori, degli onori e delle glorie, dell’indipendenza, della conquista e dell’espansione nel settore finanziario; la sua svolta inversa implica una lettura del matrimonio e del fallimento patrimoniale, viaggi pericolosi e pericolosi, panico, confusione e persino rovina.

Arcano 8 Giustizia

Significa che dal suo nome, giustizia, equità, correttezza e rettitudine, virtù, ragionevolezza e persino imparzialità ed equilibrio, nel complesso positivo, mentre il suo rovescio fa presagire abusi, intolleranza, grandi ingiustizie, condanne e cattiva condotta, in pratica è conosciuta come la lettura della carta al contrario è spesso l’esatto opposto della sua presenza nella versione verticale.

Arcano 9 L’eremita

I significati divinatori dell’Eremita alla legge ci portano alla prudenza, alla protezione e alla cautela, all’isolamento e alla riflessione, anche al soggetto misantropico e ascetico; la cosa peggiora nella sua versione rovesciata dove compaiono egoismo, avarizia, ipocrisia, pessimismo, pigrizia, mancanza di pulsioni, azioni sciocche o addirittura avventate.

Arcano 10 La ruota della fortuna

Carta molto bella, propizia di fortuna, destino e felicità, soluzione vicina ai problemi, intuizione negli affari, vincite al gioco, occasioni da cogliere con ottimi risultati, per ovvi motivi il suo capovolgerla porta sfortuna, decadenza e precarietà, imprevisti spiacevoli e situazioni instabili.

Arcano 11 La forza

Concetto di coraggio, convinzione, realizzazione, eroismo, forza fisica e resistenza, sfida e determinazione; dall’altro si parla di debolezza fino alla meschinità, impotenza, tirannia ed egoismo, arroganza e superbia, ma anche aridità sentimentale e carrierismo.

Arcano 12 L’impiccato

Poiché nell’immagine raffigurata si trova nella fase passiva o mistica, può significare prezzo da pagare o espiazione, rinuncia, pentimento, stasi forzata e punizione, nella sua versione rovesciata cresce il peso, si parla di sacrificio senza frutto, egocentrismo e illusioni, abitudini minacciose condite con angoscia e paura.

Arcano 13 Morte

Carta che incute timore, ma a torto perché è, al contrario, vita nel suo senso più puro. Infatti si pensa al rinnovamento totale, alla fine di ogni capitolo della vita, di un anno da trascorrere perché 13 sono le fasi della luna, di un’eredità, ma anche dell’influenza dei morti; il significato di divinazione inversa, invece, denota pessimismo introducendo grandi delusioni, perdita dell’onore o malattie incurabili, gravi incidenti o immobilità.

Arcano 14 Temperanza

Come dal significato verbale si tende ad attribuire il senso di moderazione, pazienza e un profondo spirito di adattamento, calma e riflessività, in alcuni casi anche miracoli e magnetismo curativo, al contrario troviamo caos o disordine, leggerezza caratteriale, disordine, disaccordo , impazienza, apatia, mancanza di moderazione, freddezza e difficoltà di integrazione.

Arcano 15 Il diavolo

La prima parte del significato riguarda il magnetismo, il fascino personale, l’immoralità, la rovina, la magia nera, l’esperienza soprannaturale e l’assenza dell’umorismo oltre che del male. i vizi e gli insuccessi, nel vederlo capovolto il Diavolo è la carta della repressione e del consumo incommensurabile della sessualità, degli inganni e delle menzogne, della schiavitù anche da droghe e droghe, liti e malattie.

Arcano 16 La Torre

Espone come senso alla fine di un equilibrio, a un cambiamento drastico e rovinoso, alla reclusione, alla sconfitta atroce e dolorosa, alla catastrofe e al divorzio, al cambio di opinione e al passaggio a nuove esperienze, per uscire totalmente dalle vecchie situazioni; dall’altro significa un vicolo cieco, un soffocamento, l’incapacità di cambiare le cose e quindi una successione o sottomissione e servitù.

Arcano 17 Le stelle

Alla forma normale forniscono prospettive brillanti, successo e aiuti amichevoli, prosperità e rivelazioni, fortuna passiva e generosità, bellezza e romanticismo, discrezione e buone prospettive per ottimi propositi; al contrario, si intravedono speranze frustrate, pessimismo e disagio interiore, incertezza e disturbi psichici e psicologici, errori di valutazione ed eccessiva passività nella gestione della propria vita.

Arcano 18 La luna

Pericoli nascosti e nascosti, immaginazione fantastica, errore e cattiva influenza esterna, calunnie, bugie, indolenza, segreti e persone lunatiche, sogni spaventosi come incubi; dall’altro si parla di allucinazioni, disordine e ricatti, odio, autocommiserazione, anche possibili problemi di salute fino a gravissimi.

Arcano 19 Il Sole

La sua visione è immediatamente pensata al matrimonio felice, al benessere e al calore, alla libertà e alla realizzazione, alla felicità accompagnata da salute, buonumore, idealismo e trionfo; nella sua versione invertita il significato diventa vanità, mancanza di amicizia, errore, fallimento artistico, banalità e suscettibilità.

Arcano 20 L’angelo o il giudizio

Visto come rinascita, annuncio, risveglio, promozione o novità, cambiamento di situazione, sorpresa e ispirazione; il contrario implica indecisione, gravi conflitti interiori, delusioni e frustrazioni, incoscienza e incapacità di affrontare le difficoltà.

Arcano 21 Il mondo

Carta con un significato positivo di trionfo e ricompensa, totale realizzazione, sicurezza e raggiungimento delle più alte aspirazioni, successo duraturo e ricompensa per il duro lavoro; il suo contrario è letto come vano sacrificio, ristagno, difficoltà in genere, rovesci di fortuna immediati e incomprensioni.

Arcano 22 Il Matto

Significativo è il senso di incoscienza che questa carta rappresenta, dei colpi di testa e dell’insicurezza, dell’imprevedibilità del destino e dell’inconscio, della stravaganza, della perdita del libero arbitrio, del genio e dell’incoscienza; la carta capovolta simboleggia la follia, l’angoscia, le ossessioni, l’irresponsabilità e la passività verso la volontà altrui, l’immaturità, l’impudenza, la gelosia e la violenza fino alla perversione.

Gli arcani minori

Gli Arcani minori hanno significati ben precisi, infatti rappresentano il mondo degli affetti e la vita quotidiana dei singoli nei minimi dettagli. Sono numericamente molte di più degli Arcani maggiori e sono divisi in 4 gruppi di 14 carte, ognuna delle quali numerata da 1 a 10 e quattro rappresentanti: il fante, il cavaliere, il re e la regina per un totale di 56 carte. Sono divisi in 4 semi che sono: bastoni, coppe, monete e spade e hanno ovviamente simboli e significati distinti.

Bastoni

Emblema per eccellenza di fecondità virile, simbolo fallico e di comando, forza; può ricondurre a persone preposte o legate alla terra.

Tazze

La raffigurazione ad anfora concava si riferisce al simbolo della femminilità e di tutto ciò che da essa deriva o ad essa è connesso, quindi grazie, capacità artistiche, quindi collegabili ad artisti oa chi per professione fa uso della cultura in genere.

Monete

Simboleggia la penetrazione riferita anche alla parola, invasiva e aggressiva, esprime anche eccessi di aggressività attraverso la forza dell’imposizione del potere.

Anche da un punto di vista esclusivamente numerologico, le carte degli Arcani minori hanno un preciso significato nell’arte della divinazione, indipendentemente dal seme a cui appartengono. A tal proposito è bene dettagliare i significati dei singoli da 1 a 10.

●Arcano minore 1: debutto, simbolo del numero maschile.

●Arcano minore 2: simbolo femminile e binario o dualismo tra bene e male.

●Arcano minore 3: simbolo propizio e generativo, in quanto il figlio n.3 deriva da 1 e 2, quindi ottimo per gli affari in genere.

● Arcani Minori 4: Rappresenta la casa, la famiglia e la stabilità.

●Arcano Minore 5: cioè l’unione di 3 e 2, significa armonia, arte e bellezza, Venere e tutto ciò che può avere attinenza con essa.

●Arcano minore 6: cioè doppio ternario che significa libertà, lavoro ed equilibrio.

●Arcani Minori 7: un numero di per sé importante a livello biblico e significa armonia e pace.

●Arcano minore 8: solidità, benessere, giustizia, verità trionfante.

●Arcano minore 9: numero profetico e magico.

●Arcano minore 10: nella Kabbalah è il numero perfetto, di fortuna e di sorprese ed eventi positivi inaspettati.

●L’arcano minore 11 è il furfante: è il numero dell’incompiuto.

●L’arcano minore 12 è il cavaliere o quello compiuto.

●L’arcano minore 13 è la regina e significa buon auspicio o cattivo presagio.

●Arcani Minori 14. è il re e significa fusione e associazione.

Metodi per leggere le carte dei tarocchi

Per fare questo, devi leggere la storia che racconta la mappa. Non solo, freddamente l’immagine, ma la storia che ci racconta, interpreta. L’idea è di far nascere la tua storia, lasciandoti guidare dal tuo intuito (il portavoce). Questo metodo permette di combinare i messaggi che si sentono con la situazione personale e la domanda. E tutto in un’unica storia che corrisponde veramente alla situazione data.

Metodo 1 – Come le storie

Ecco il metodo di base per leggere le carte dei Tarocchi. Potresti dire che raccontare le storie che vedi nei tarocchi sembra abbastanza logico. Ma qui si tratta soprattutto di iniziare raccontando in modo personale ciascuna delle storie di ciascuna delle carte che compongono il progetto.

In effetti, ogni carta racchiude una storia molto specifica e molto particolare. Vorrei farvi notare che questa storia è diversa ogni volta che pescate i Tarocchi e fate una nuova domanda. Quindi ogni carta racconta una moltitudine di storie. E proprio mettendo in evidenza questa storia, sarai in grado di comprendere la storia generale dell’intera estrazione. E più in generale la direzione che ti indica il tarocco.

Facciamo un esempio specifico solo con due carte per facilitare la dimostrazione. Supponiamo che tu abbia posto la domanda “Su cosa dovrei concentrare la mia attenzione ora?”. Ogni carta ti racconterà una storia specifica su di te e sulla tua domanda. È quindi importante prima osservare la mappa e descrivere intuitivamente per te stesso ciò che vedi lì.

Nella Ruota della Fortuna dei Tarocchi, possiamo osservare una ruota che gira con un personaggio che sale e l’altro che scende è uno che supera il tutto. Questa ruota sembra galleggiare sull’acqua portata dalla corrente. La storia che posso raccontare attraverso questa mappa è che gli eventi cambiano. La corrente porta la ruota ma i personaggi stessi continuano sempre a girare sulla stessa ruota senza rendersi conto che la vita sta passando. Quindi nella permanenza c’è anche una forma di routine. La vita scorre ma le azioni che vengono fatte spesso sono le stesse e se non ne siamo consapevoli, non ci godiamo la vita.

Nella carta del Mondo dei Tarocchi vedo una donna circondata da un ovale dello stesso colore dell’acqua della carta precedente o del personaggio centrale. Quello che vedo come una storia qui è la capacità di essere al centro della ruota e di farla girare intorno a noi e di non essere più al volante, sballottati dagli eventi.

Quindi, una volta che capiamo cos’è l’impermanenza, riusciamo a trovare una forma di stabilità nella nostra vita in cui osserviamo le cose che passano con calma mentre abbiamo trovato il nostro posto. Ci godiamo la vita, senza lasciarci abbattere. Questo è senza dubbio ciò su cui dovrei concentrarmi oggi. Rimani concentrato e goditi la vita senza lasciarti trasportare dalla routine quotidiana. Ti suggerisco di fare lo stesso esercizio per te stesso. Pesca due carte ponendo una domanda e prova a combinare le due storie che vedi nelle carte per raccontare la tua storia.

Metodo 2: leggi le carte dei tarocchi osservando le loro interazioni

Avrete sicuramente notato che i Tarocchi di Marsiglia (ma vale anche per gli altri tarocchi) presenta molti caratteri.

● Tutti i tipi di personaggi con pose diverse, sguardi diversi

●Personaggi in azione o meno

Quindi, quando peschi le carte insieme, puoi vedere che questi personaggi possono interagire tra loro. Questo ci rivelerà la storia dietro le loro conversazioni. Ad esempio, immagina di fare una domanda su tuo figlio adolescente. Supponi di pescare le carte decidendo che la prima carta rappresenterà te e la seconda rappresenterà tuo figlio. Se in questa stampa compaiono due caratteri, in questo caso osserva come i caratteri parlano tra loro.

Per fare un esempio, immaginiamo di pescare due carte e che la prima, quella che ti rappresenta, sia il Papa dei Tarocchi. E lascia che la seconda che rappresenta tuo figlio sia la carta del diavolo. Nella prima carta, il Papa sembra guardare con affetto al Diavolo. Ma il diavolo sta guardando avanti. Tuttavia, il suo orecchio è all’altezza della bocca del Papa.

Un’interpretazione che potrebbe essere data a questa combinazione sarebbe che tu rimanga il genitore premuroso e pronto a consigliare questo adolescente. Per dargli il tuo amore e la tua guida. Lui invece ti ascolta ma soprattutto sembra vivere nel suo mondo. Un modo per dire, ecco, che i tuoi consigli non sono più utili, tuttavia potresti riuscire a metterti in contatto con lui provando ad usare il suo linguaggio. Allora, dato che ti ascolta, ti ascolterà?

Metodo 3 – La direzione delle carte

Un’altra tecnica piuttosto carina è guardare la direzione dei personaggi o delle scene nelle carte. Significa cercare ciò che c’è in comune nelle mappe. Quindi, guarda il significato degli oggetti o dei personaggi che sono nelle carte. Stanno andando a destra, stanno andando a sinistra? Questo tipo di interpretazione permette di vedere quale sia l’evoluzione in relazione alla domanda.

Ecco alcuni suggerimenti per osservare la direzione e i punti in comune tra le mappe:

●Trova oggetti che appaiono in comune

● Osservare i colori

●Confronta le posizioni dei personaggi

● Osservare i vestiti (forme, colori)

● Osservare lo sfondo della mappa (a seconda delle carte dei tarocchi)

Se sparo al Mat e al Dio della casa. Noto che l’Albero sembra camminare in una direzione (alla mia destra) con la testa in aria. La sua testa è all’altezza della testa della torre e delle fiamme. Si potrebbe dire qui che quello che c’è nella testa del Mat sembra essere uno scoppio e un intenso sconvolgimento. Ecco i pensieri di Mat che si riflettono nella carta seguente.